Restyling Polizze UIA

24/07/2015 restyling,polizze

Gentili Colleghe, Egregi Colleghi,

con la presente cerchiamo di dare seguito concreto nel portare a Vostra conoscenza delle nostre operatività nonchè degli aggiornamenti intervenuti a seguito del rinnovo dei nostri Binder Lloyd's.
Gli ultimi due anni hanno evidenziato delle problematiche di tipo interpretativo soprattutto a seguito di denunce di sinistri/circostanze.
Una recente sentenza della Corte di Cassazione (sentenza n° 12872-terza sezione civile) ha statuito in merito ad una richiesta di risarcimento relativa alla attività svolta da un dottore commercialista che nel passato aveva svolto l'incarico di CURATORE. Questa attività era risultata effettivamente coperta solo per un recente breve periodo rispetto agli anni nei quali il professionista aveva svolto l'attività sopra indicata.
Nei giudizi di primo e secondo grado la richiesta di operatività era stata negata sulla base di evidenze come la mancata indicazione espressa della copertura assicurativa specifica/questionario. La Corte di Cassazione ha ribaltato i due giudizi affermando che la polizza di responsabilità civile debba IN OGNI CASO tenere indenne l'assicurato.
Ovviamente la querelle è ben lungi dall'essersi conclusa ma questa imbarazzante situazione è da qualche tempo corroborata da analoghe statuizioni che gettano forti preoccupazioni sulla RC professionale. L'intermediario professionale redige una polizza profilandola sulle reali necessità del suo cliente per proporgli il premio consono e poi, insieme alla Compagnia, si trova suo malgrado coinvolto in situazione perlomeno critica che potrebbe in futuro fare decidere gli assicuratori ad abbandonare anche questo settore. Non si più la certezza di sapere quale rischio effettivamente si vada a garantire.
In questo contesto anche noi di UIA abbiamo avuto modo di toccare con mano alcune decisioni degli organi giudicanti che poco (o nulla) hanno tenuto conto delle condizioni di polizza e del questionario sottoscritto condannando l'assicuratore per il semplice fatto materiale dell'esistenza di un contratto assicurativo.


In ragione di queste nuove tendenze abbiamo cercato di "upgradare" le nostre polizze non con degli accorgimenti volti a limitare alcune garanzie ma di chiarire alcune parti del contratto passibili di interpretazioni simili a quelli sopra descritte.
Per queste ragioni abbiamo modificato graficamente la scheda di copertura in prima facciata evidenziando con un carattere ingrandito ed in neretto i riferimenti agli artt. 1341 e 1342 del Codice Civile (dichiarazione di specifica approvazione).
In seconda facciata è stata inserita una AVVERTENZA IMPORTANTE, si richiama che il CONTRATTO DI ASSICURAZIONE è basato sul principio dell’ALEA. Le denunce di sinistro devono riferirsi a fatti non conosciuti da parte dell’assicurato.
Nelle CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE (pagina 1 di 10) si ribadisce in carattere ingrandito ed in neretto l’operatività del regime temporale CLAIMS MADE.   
Alla pagina 4 di 10, punto 9 si esclude operatività di copertura per quei soggetti che non abbiano i requisiti richiesti dalla normativa vigente.
In tema di ESTENSIONI, pagina 5 di 15 , ESTENSIONE ALLE FUNZIONI SINDACO E REVISORE LEGALE DEI CONTI, abbiamo inserito maggiori precisazioni operative per alcune attività svolte che precedentemente erano normate per similitudine con altre tipologie di attività. Ci riferiamo a operatività in materia di ASSOCIAZIONI RICONOSCIUTE, FONDAZIONI BANCARIE, SOCIETA’ COOPERATIVE. L’avere effettuato espressi richiami dovrebbe essere maggiormente confortevole per gli assicurati.
Analoghe precisazioni alla pagine 6 di 15 per la voce: ESTENSIONE ALLE FUNZIONI DI AMMINISTRATORE e ESTENSIONE MEMBRO DI ORGANISMO DI VIGILANZA
Alla pagina 7 di 15 è stata precisata l’attività di AMMINISTRATORI DI STABILI,
Analoghe precisazioni alla pagina 9 di 15 per le attività di ATTESTATORE e LIQUIDATORE
Con riferimento al Pagamento dell’indennizzo abbiamo incrementato lo stesso da 30 a 45 giorni, termine più adeguato in considerazione della aumentata difficoltà oggettiva nella gestione dei sinistri.    
Ulteriore tutela è stata prevista nella clausola CASI DI CESSAZIONE DELL’ASSICURAZIONE dove abbiamo contrattualizzato il caso di VENDITA A DISTANZA.
OBBLIGHI DELLE PARTI IN CASO DI RICHIESTA DI RISARCIMENTO: è stata precisata la possibilità di recesso.  

Ringraziamo tutti i colleghi che ci hanno suggerito queste precisazioni/migliorie.

Cordiali saluti
Ufficio Tecnico UIA