Avvocati ed il Decreto 22 settembre 2016

16/11/2016 wording,protezione del marchio

Da alcuni anni UIA è nel novero dei fornitori assicurativi di Cassa Forense tramite i suoi intermediari. Gli iscritti alla Cassa possono così usufruire sia delle nostre polizze che della consulenza così necessaria nel scegliere una soluzione assicurativa in compliance con le reali necessità del singolo professionista. 

Anche nella giornata di ieri, durante un incontro con avvocati organizzato a Roma, è emersa la infondata convinzione che le Compagnie di Assicurazioni tutte non avessero trovato una soluzione al nuovo dispositivo che prevede garanzie minime sia per il singolo professionista che per gli Studi Associati. 

Vi rammentiamo che UIA fino dal 12 ottobre ha approntato una soluzione perfettamente aderente ai dettami previsti, retroattività, ultrattività e tutte le modifiche previste sono ampiamente soddisfatte. Il nostro sistema informatico ASAP è recettivo delle novità introdotte fin dal giorno 15 ottobre. Durante il convegno di ieri molti avvocati hanno segnalato che i loro intermediari avevano fornito risposte interlocutorie non avendo ricevuto dalle Compagnie istruzioni per questa problematica. 

Vi ricordiamo che l'acquisto di una polizza con le nuove caratteristiche è obbligatoria solo se in scadenza di contratto o per inizio di attività; le polizze in vigore non necessitano di adeguamenti fino alla loro naturale scadenza. Tutte le polizze emesse ad oggi con massimali superiori non rientrano nelle casistiche da modificare. Alla loro scadenza non sarà obbligatorio ridurre le garanzie prestate in ossequio ai nuovi dettami assicurativi. 
Dalle conversazioni emerse con i Responsabili di Cassa Forense, che ci onorano della loro fiducia, è emersa l'esigenza, l'urgenza, di fornire agli iscritti polizza infortuni redatta sempre in osservanza dei nuovi dettami, siamo "sul pezzo" e speriamo a breve di fornirvi un adeguato prodotto anche per questa esigenza. 

Grazie per i suggerimenti che vorrete inviarci. 

Cordiali saluti